La settimana appena conclusa l'ho passata a Barcellona dai miei cugini, che vivono lì da qualche anno.

Voglio fare in questo post qualche considerazione generale su quello che mi ha colpito di questa città :

Vivo a Napoli dove sicuramente arte, storia, cibo, bellezze naturali non mancano anzi sono eccellenze.

Barcellona su questi aspetti pur piacendomi molto (tutta la zona spiagge l'ho adorata proprio per come concepita e strutturata anche a livello di strade) non mi ha colpito più del dovuto, sicuramente a Napoli c'è molto di più da questo punto di vista.

Quello che mi ha veramente lasciato di sasso è la civiltà, l'ordine, l'efficienza, l'educazione e la serenità che traspare ovunque.

Piccole cose come i mezzi pubblici efficientissimi e sempre in orario, tutti che marcano sempre il biglietto sul bus appena entrati, la pulizia delle strade, il rispetto perfetto dei semafori anche da parte dei pedoni, spiagge pubbliche bellissime, pulitissime, attrezzate e senza il pizzo da pagare per la discesa  o il lettino a qualche concessione semi abusiva e senza il rischio di morire di tetano o aids pestando qualche siringa.

napoli barcellona

L'attitudine delle persone che sembrano serene e complici e non incazzate con il mondo, invidiose di chiunque abbia un minimo di successo.

La multiculturalita', il fermento creativo che essa porta e il rispetto per tutti (topless in spiaggia, coppie gay che si tenevano per mano, persone eccentriche con vestiti o capelli fuori dall'ordinario passavano come giusto che sia inosservati e non oggetto di curiosità e mugugni).

Tutte cose che nel quotidiano mi ero dimenticato potessero esistere (Al sud italia quantomeno).

La cosa non fa che alimentare in me un senso di malinconica frustrazione perché consapevole che le potenzialità del territorio nel sud Italia e specialmente a Napoli sono immense perché onestamente secondo me se parliamo di natura, storia, arte, cibo... non c'è paragone con Barcellona, a nostro favore.

Ma che a causa della mentalità della maggior parte delle persone che ci vivono e l'amministrano questo potenziale non solo non è valorizzato ma è proprio mortificato.

Gli italiani a Barcellona sono tantissimi e di questi tantissimi sono Napoletani che fanno fatica a dissimulare una certa nostalgia di casa ma che allo stesso tempo sono consapevoli del gap di civiltà e possibilità tra le due città e che a Napoli ora come ora ci potrebbero tornare solo in vacanza perché rinunciare a certe conquiste di civiltà come la semplice puntualità dei mezzi pubblici o rispetto delle regole e delle persone una volta che le conosci diventa durissima.

napoli barcellona

Questo potrebbero essere le impressioni di un turista che ci è stato una settimana, ma i miei cugini ed altre persone che conosco e vivono lì da anni me le hanno completamente confermate.

Mi hanno raccontato che non è sempre stato così, circa 15 anni fa la Catalunya aveva pressochè gli stessi problemi del Sud Italia, poca civiltà, poco rispetto delle regole, lassismo.

Ad un certo punto lo stato ha deciso di essere intransigente ed ha applicato il pugno duro totale con le forze dell'ordine, con pene severissime anche per le trasgressioni più insignificanti... e nel giro di qualche anno la popolazione si è educata ed il posto è diventato fertile ad investimenti ed organizzazione e si è trasformato.

Perchè tutto ciò non è possibile farlo da noi? Sarà per le mafie e la criminalità organizzata? O perchè in realtà è vero che siamo un popolo nel profondo un pò mafioso che non vuole altro che fregare il prossimo ad ogni occasione?

Non lo so, me ne dispiace molto e l'unica cosa che mi viene in mente è : Che peccato.