FEMORALI Stacchi Rumeni

Esercizio : Stacchi Rumeni

Muscoli target : Femorali

Muscoli sinergici e stabilizzatori : tutta la catena posteriore

Tipologia : multiarticolare

Stacchi Rumeni con bilanciere con focus primario sui femorali.

 

Tecnica Esecuzione e consigli

Staccare il bilanciere con schiena dura e neutra, mai con schiena piegata e flessa e neanche troppo iperestesa (un errore molto comune è quello di accentuare troppo la lordosi lombare inarcando troppo la schiena cosa che può portare anche a fastidiosi mal di schiena.)

Addome contratto, presa circa larghezza spalle, piedi circa larghezza spalle, ginocchia leggermente piegate ma non troppo, scendere tenendo sempre il bilanciere a contatto con le tibie fin dove si sentono i femorali (posteriori della coscia) tirare ed allungarsi ma sempre mantenendo la schiena neutra.

Non scendere mai al punto che la schiena inizia a curvarsi in avanti e flettersi. Non guardare dove arrivare il bilanciere, ma ricercare l'allungamento dei femorali mantenendo la corretta posizione della schiena.

Il Range di Movimento (ROM) è soggettivo, dipende dalla mobilità di anche e flessibilità delle catena posteriore soggettiva, alcuni toccheranno terra o quasi altri scenderanno appena sotto il ginocchio.

Di base cercare di scendere più possibile fin quando si riesce a tenere la schiena dritta e neutra cercando di spostare il peso sui talloni man mano che si scende mandando il sedere dietro e sentendo i femorali allungarsi.

Mentalmente aiuta molto visualizzare di volere portare il sedere non solo indietro ma anche verso l'alto e non verso il basso, spostando tutto il bacino indietro cercando di ottenere un buon allungamento dei femorali.

Progressione

Esercizio che può essere eseguito sia ad alta che basse ripetizioni, è importante però che sia sempre rispettata la tecnica in quanto se mal eseguito può essere pericoloso.