salute

VINCERE LA BATTAGLIA PSICOLOGICA PER INIZIARE AD ALLENARSI - OGIE SHAW - TED TALK

Oggi vi porto un video sottotitolato meno tecnico, ma molto significativo.

Sappiamo tutti che chi si allena in maniera costante da anni, ormai lo fa con immenso piacere e per lui è molto più doloroso smettere di farlo che non continuare. Ha avuto risultati, continua ad averne, si è abituato e lo fa con gioia.

Questo video è dedicato non a chi si allena già da tempo, e lo fa come piacere e abitudine... ma a chi vorrebbe iniziare ad allenarsi per tutti i benefici che l'allenamento comporta : estetici, fisici, psicologici, funzionali, di salute e di benessere e qualità della vita.

Ma ha difficoltà ad iniziare ed essere costante, si avvilisce dopo le prime volte, perchè è impacciato, perchè si sente fuori luogo, perchè gli vengono dolori terribili, perchè percepisce troppa fatica con pochi risultati.

Il professor Ogie Shaw ci spiega quali sono dei piccoli consigli per vincere la battaglia psicologica iniziale contro l'attività fisica, ed iniziare questo percorso rendendolo un'abitudine.

 


L’allenamento è importante ?
Problemi cardiaci, cancro, diabete hanno tutte una cosa in comune : sono tutte influenzate dall’obesità.
Il primo attacco cardiaco registrato in questo paese (USA) fu nel 1896.

Nel 1896 in questo paese facevi attività fisica anche solo per andare in bagno, tutti vivevano nelle fattorie.
Ma poi siamo diventati furbi e abbiamo iniziato a costruire macchine per aiutarci a lavorare e ci siamo spostati nelle città inziando a premere tasti per vivere, e premere i tasti sbagliati può veramente creare un grosso stress e abbiamo iniziato a notare che le persone iniziavano a morire da arterie occluse.

Durante la guerra Coreana la metà dei soldati che aveva in media 19 anni mostrò serie ostruzioni all’arterie coronarie. Nel 1956 Il governo Eisenhower ebbe un grande incontro in Washington DC : l’esercito ha iniziato a notare qualcosa di buffo, stava diventando sempre più difficile trovare uomini americani che fossero in grado di passare il test fisico per entrare nell’esercito e volevano capire di chi fosse la colpa di ciò e quale fosse il problema.

Guardarono alle scuole pubbliche e alcuni ricercatori fecero test riguardanti l’abilità degli studenti del liceo e delle medie di eseguire quelli che chiamavano “movimenti funzionali” cioè attività quuotidiane che potevano essere fatte al lavoro o nella vita come piegarsi a toccare le punte dei piedi.
A 16 anni dovresti essere in grado di mettertela in bocca la punta del piede!
Pensammo che fosse un’idea stupida fare questi test perchè pensavano che i ragazzini fossero in forma per il semplice fatto di essere giovani, il 57.8% dei ragazzi fallì il test e pensammo che ci fosse un errore, altrimenti avremmo avuto i ragazzi più fuori forma del mondo così facemmo fare il test anche ai ragazzini europei e solo il 7% fallì. Fecero fare il test in tutto il mondo e non trovare nessuna parte del mondo dove il 57.8% dei ragazzini falliva.

Crearono quello che diventò il President’s Council on Physical Fitness and Sport e per 40anni qualcuno ha cercato di far allenare te e i tuoi figli.
Dopo abbiamo avuto un’altra grande idea, perchè non controlliamo e vediamo quanto siamo in forma?
Il 40% di noi ancora evita – con entusiasmo – l’attività fisica. Il 50% si allena ma è ancora in pessima forma.
Solo circa il 10% riesce ad essere in forma.

L’università dell’Indiana misurò il livello di Fitness di 4 milioni di ragazzi tra i 6 e i 17 anni di età e ha visto che in tutto questo casino riguardante l’allenamento ancora il 57% dei ragazzi falliva il test e i fitness leaders sostengono che sono peggio oggi di quanto fossero 40 anni fa.

Abbiamo trovato dai 14 ai 90 ragazzi con il 40% di ostruzione alle arterie coronarie, chiamavamo il diabete “adult onset” perchè non veniva trovato nei ragazzi tra 4 e 10 anni.
Dicono che stiamo crescendo la prima generazione che avrà un aspettative di vita minore dei genitori e dei nonni che non è mai successo prima nella storia.
Lo stato dell’Oregon ha il più alto tasso di obesità di qualsiasi stato a ovest delle montagne rocciose.
Le nostre scuole pubbliche sono state sventrate a causa dei tagli finanziari e la prima cosa che viene sempre tagliata è l’educazione fisica.

Hanno creato una commissione della salute nell’Oregon per dirci come risolvere questo problema e pubblicano un report di 65 pagine per dire che in realtà non sanno come fare.
Quello che dicono è che il comportamento dei bambini è fortemente influenzato da quello degli adulti nelle loro vite : genitori, nonni, insegnanti.
Gli sforzi dell’Oregon contro l’obesità infantile non avranno successo finchè non includeranno interventi per influenzare l’educazione alla sana alimentazione e l’attività fisica degli adulti.
Ora hanno mitigato un pò nella versione finale questo messaggio, ma l’idea resta quella.

Quanti di voi si allenano quanto necessiterebbero? E se non lo fate, perchè ?
Le due scuse più grandi quali crediate che siano?

Numero 1 : “Non ho tempo”

Numero 2 : E questo mi sorprende per quanto lo dicano con supponenza e convinzione “ Sono così pigro che non lo farei mai neanche se avessi tempo!”

Uno in South Carolina disse “giuro che dopo il collegge non suderò mai più!”
Chiamiamola mancanza di motivazione ma ogni volta che noi nel campo della medicina e del fitness abbiamo chiesto perchè non vi allenate, siete stati incredibilmente onesti e incredibilmente coerenti a rispondere sempre con queste due cose, non ho tempo e non ho voglia.
Credete che a questo punto tutti gli esperti di medicina e fitness si siano riuniti per trovare una soluzione?

Non è mai successo!

Come Leaders del Fitness non siamo allenati ad affrontare il problema del “non ho tempo e non so come restare motivato per allenarmi!”
Ho quasi cambiato la mia laurea all’università del North Carolina quando ho sentito che un tizio dire “l’allenamento per mia moglie è farsi un bagno, mettere la spina e combattere con la corrente!”
Quello che ci insegnano è dire che l’allenameento deve essere divertente, lo sento ovunque, rendilo divertente!
Negli ultimi 39 anni ho fatto allenare oltre 10mila Americani e sono qui a dirvi che di tutte le cose che ho imparato sull’allenamento è che se l’allenamento è divertente non lo stai facendo bene!

Ci sono requisiti minimi fisiologici da rispettare per avere benefici dall’allenamento che piaccia o no.
L’intensità, la durata, la frequenze dell’allenamento sono più importanti del fatto che sia o meno divertente.
Devi lavorare tutti i muscoli del corpo, il sistema cardiovascolare, la flessibilità, la coordinazione muscolare, la forza muscolare e non c’è una singola attività o allenamento che lavori adeguatamene tutto ciò.

Se non ti siedi e ti metti a programmare un buon allenamento per tutto il corpo, non si creerà da solo.
Come si risolve il problema? Sono andato ad incontrare il Dr. Mark Angel che ha una doppia cattedra all’università dello stato del tennessee a Murfreesboro. Io ho una cattedra al dipartimento di psicologia e salute e human performance.

Lui ha scritto un articolo concettualizzando una nuova laurea in ambito fitness che ha chiamto Psicologia applicata dell’allenamento che sarebbe stata quello in cui mi sarei laureato io se fosse esistita quando studiavo, ma in pratica quello che ha fatto è scrivere un articolo al Journal of the board of sport psychology spiegando quello che credeva fossero le giuste cause per questa nuova laurea e spiega che è il problema che lui vede nel fitness... ed è praticamente la stessa cosa che io dico da più di 30 anni. Volevo incontrarlo così sono volato a Nashville, guidato a Murfreesboro, entrato nel suo ufficio e gli ho dato un grande e grosso abbraccio dicendogli “sei il mio eroe!” e lui ha chiamato la sicurezza... no non è successo.
Ma gli ho spiegato cosa facevo io e lui ha apprezzato mi promise di mandarmi una nuova copia del suo nuovo libro... che sto ancora aspettando.
Ma in sintesi quello che dice è : questo problema del fitness riguarda più i nostri fallimenti mentali che non quelli fisici. Riguarda più la mente e l’atteggiamento che non il corpo.

Dici che non puoi decidere di allenarti e “soffrire” per tutta la vita, così il tuo cervello ti combatte.
Quando vuoi iniziare ad allenarti il tuo cervello ti dice “che stai facendo? Non ci siamo già passati? Guardati, guarda il tuo cane!”
Ma devi vincere questo equilibrio mentale.

Un ragazzo si mise in macchina per andare in palestra, arrivò al semaforo che divento rosso, lui disse che era un brutto presagio e tornò a casa!

Vinci la battaglia per 5 anni consecutivi, e non tornerai mai più indietro al tuo stile di vita sedentario! Ma lo devi fare sempre.

Come vincere la battaglia psicologica associata con l’iniziare ad allenarsi ? Devi diventare uno stile di vita.
Un abitudine.

Ad oggi sappiamo che allenarsi tutti giorni invece che 3 volte a settimana (come ci è stato insegnato per anni) è molto più facile mentalmente secondo l’american college of sports medicine.
Grazie, lo dico da 30 anni!
E’ più facile allenarsi tutti i giorni che 3 volte a settimana. 3 volte a settimana lascia troppo decisioni : Lunedì Mercoledì Venerdì? Mertedì Giovedì Sabato? Posso saltare un giorno e raddoppiare domani ?

Se negoziate sull’allenarvi o no E’ FINITA!

Allenatevi come prima cosa da fare al mattino, avete il 300% di possibilità in più di farlo rispetto ad ogni altro momento della gioranta, perchè di mattina avete più controllo sulla vostra giornata e programmi che in ogni altro momento. Provate a decidere di dedicare circa 20 minuti o poco meno all’allenamento, più tempo impiega l’allenamento più è probabile che non lo farete e più è probabile che vi infortunerete e non lo farete più. Lavorate contro resistenze, se lavorate contro resistenze vi stancate prima.

La regola più importante nella fisiologia dell’allenamento è il principio del sovraccarico progressivo, e dice che un allenamento non apporta beneficio finchè non raggiungete una certa fatica, il problema è che più entrate in forma più lavoro richiede raggiungere quella soglia di fatica.
Nelle scuole pubbliche fecero degli studi su ragazzi di liceo e chiesero a loro di fare più piegamenti che potevano tutti i giorni, il primo giorno ragazzi facevano 5 piegamenti, dopo un anno gli stessi ne facevano tra 100 e 120 prima di stancarsi tanto quanto prima facessero con 5.
Che noia!

Alcuni dicono “ vabbè allora mi metto a dieta”

Il modo più veloce che conosco per far ingrassare un americano è metterlo a dieta!

Non mettetevi a dieta un giorno di più nella vostra vita!

Mangiate per nutrirvi, non per dimagrire e non modificate nulla, se non in modo permanente.

Vorrei parlarvi di nutrizione, ma per mancanza di tempo trattiamo l' attivita' fisica.
Quindi per 7 giorni a settimana, la prima cosa da fare al mattino, circa 20 minuti, e' di allenarsi e poi passare
all' allenamento resistenza e piu' saremo in forma, meno altro tempo si passera'...
ad allenarsi contro resistenza.

Com' e' possibile? Stavo facendo una conferenza in un universita' a Seattle... e uno mi si avvicino' e disse che fosse un editore di una delle compagnie piu' importanti degli States, che avessero una lista di gente che voleva scrivere libri su esercizi,che nessuno lo volesse fare sul come restare motivati e che quello che avessi detto, fosse una delle cose piu' sensate mai sentite negli USA. Mi chiese di fare un libro sulla motivazione e io dissi immediatamente si'.
Bene, son trascorsi 30 anni e ancora non si sono auto-motivati per pubblicarlo.

Cio' che dissi fu questo... ll problema nel fitness e'...che non sappiamo cosa sia il fitness.
E la ragione di cio' e' che non esiste un fitness generico
Il fitness e' un' attivita' specifica e finche' non si definisce per cosa si cerca il miglioramento,
la parola non ha significato.

Ho allenato categorie diverse di gente. Da squadre di football, ad agenti immobiliari, per passare a idraulici
con strategie assolutamente differenti in base alle loro specifiche esigenze.
Quale fu l' unica cosa che i diversi tipi di fitness avessero in comune?

La salute L' attivita' fisica e' considerata la migliore medicina negli USA che supera l' impatto dei medicinali stessi sulla nostra salute. L' attivita' fisica ha potere su raffreddori, febbri, tumori... ma non bisogna solo immaginare di farla bisogna praticarla. Di quanta attivita' fisica abbiamo bisogno per stare in salute?
Vado da chi di competenza. Andai alla libreria dell' universita' di medicina
per capire i parametri necessari per rimanere in salute e ho trovato niente.

Trovai delle semplici informazioni sul lavoro aerobico, ma oltre quello, niente.
Quindi andai a parlare con un fisiologo...che conoscevo e del quale avevo cercato informazioni e... gli chiesi la definizione di fitness
Avevano gia' stabilito le norme e i suoi compenenti in generale... ma nessuno gli aveva raggruppati in modo da stabilire un esatto status dal quale partire
Ed e' stato esattamente questo, quello che ho fatto.

Ho messo insieme i livelli che ritenessi opportuni per stare in salute e per 14 anni
ho presentato la mia definizione a vari e importanti enti medici per trovare
qualcuno che non fosse d' accordo con me.
Non c' era niente di sbagliato nei miei parametri. Quindi l'ho trasformato in un business - che ancora va avanti - a Beaverton, in Oregon.

Ho voluto espandermi ancora di piu' al pubblico.
Quindi ho cominciato a girare con lo speaker e dire alla gente come...
misurare il proprio livello di forma fisica...sufficiente per dare una scossa alla propria salute, sia fisica, sia mentale
E il test - che dopo riceverete...E' questo - e potete farlo anche a casa.

Voglio che siate flessibili almeno per prendere e superare le dita dei piedi di 5 mm, a gambe distese.
Alcuni uomini riescono, altri non vedono le loro dita da 5 anni.

Perche' essere flessibili e' importante? La prima causa che mette ko la gente e fa saltare la giornata lavorativa, e' il mal di schiena. L'85% dei mal di schiena nella gente e' dato dall' eccessiva tensione muscolare posteriore causata dalla debolezza della muscolatura addominale perche' si passa troppo tempo seduti.
Quando i muscoli addominali sono out, la muscolatura posteriore lavora di piu', diventa poco flessibile, vi fate male nel raccogliere una penna, state a casa per tot tempo.
Rafforzare addome e fare stretching per la bassa schiena, fara' diminuire o sparire l'85% dei problemi.

Ma nessuno rafforza o migliora la mobilita' prendendo...medicine. Dovete allenarvi. Voglio che riusciate a salire e scendere da una sedia o sgabello consecutivamente...per 3 minuti.

Prendete i battiti per 15 sec e moltiplicateli per 4.
Se son piu' alti di 144 battiti per gli uomini e 156 per le donne, semplicemente saltando... avete fallito il test. E il 75% delle personein questa stanza, fallirebbe il test.
Molti fanno cardio, ma non hanno un cuore cosi' allenato - e niente ve l'ha mostrato.
Il test lo fara'. Non e' il mio test, non l'ho inventato io. E' usato dalla comunita' di ricerca.
Ed infine, tenere traccia del grasso corporeo.

Una donna ha iniziato un programma di jogging e di allenamento con i pesi per perdere peso. Guadagna 3 kg, ma perde 6 taglie. Perche' il muscolo pesa piu' e occupa meno spazio dell' adipe.
Questo e' un plicometro e lo porto ovunque tenga con convegno.
Misura la % di grasso corporeo. Meta' del grasso si trova sotto la pelle. Posso misurare lo spessore della vostra pelle in diverse parti del corpo, se uomo o donna, e posso quasi accuratamente misurare la % grasso corporeo. Le donne non dovrebbero avere piu' del 20%, gli uomini del 15%. Se avete parametri piu' alti, avete maggior rischio di contrarre determinate malattie.
E precisiamo che sto usando l' equazione di Sloan per fare il calcolo. E saro' felice di misurare la% di grasso di chiunque voglia, piu' tardi,alla fine. E' sicuramente il modo migliore per fare svuotare questa stanza. Se non avete un plicometro, tenete traccia delle vostre misure. Se perdete taglie, ma non il peso, state perdendo grasso Ed e' un ottima cosa, quindi continuate.

Gli uomini dovrebbero misurare la vita perche' e' li, che perderanno il grasso. Per le donne, invece, e' sui fianchi. Tenetene traccia. Li' perderete il grasso. Il corpo vi da le informazioni per tenervi motivati, sta a voi saperle coglierle. Son cose da apprendere alle scuole elementari... ma non l' abbiamo fatto.
E ha forti conseguenze. Non dimenticate di inserire, nella vostra giornata, l' attivita' fisica. Ecco le cose basilari da ricordare. Allenarsi tutti i giorni. Tutti i giorni, di prima mattina, per 20 minuti o meno. E poi con allenamenti " contro resistenza". Voglio che definiate cosa sia il Fitness. Finche' non acquisirete consapevolezza di cio' che si prova a fare, siete nei guai.

2) Voglio che misuriate il livello di parteza.
Misurare il livello di partenza vi permette di identificare qual e' il bisogno.
Concentrarsi sul bisogno, vi dara' la giusta motivazione... nel farlo seriamente.

3) Voglio che ricompensiate l' attivita' fisica. Non e' bello, avere una riconoscenza per quello che si fa?
E ho capito che la ricompensa migliore in questo campo e' la consapevolezza di star facendo qualcosa per la propria salute

E' il motivo piu' forte per fare attivita' fisica.

Ma oltre questo... Ecco cosa viene subito dopo: Gli stampini e i certificati.

Gente top del Oregon ha fatto di tutto per ottenere uno stampino in piu'.
E' una cosa che funziona.

Definire il Fitness...Misurarlo.. Ricompensarlo.

Grazie.