atletismo
Genetica

Leggi la seconda parte qui

Genetica ed atletismo

Anche se abbiamo ancora molto da imparare sulla genetica e come questa si relazioni alle performance umane, sappiamo bene che numerosi geni possono influenzare la performace.

Bray et al.(2009) hanno mappato l’attuale conoscenza dei geni umani che influenzano la performance dal 2007 e conclusero che 214 geni autosomici e loci così come 18 geni mitocondriali sembrano influenzare lo stato di forma e la performance.

Il più noto gene che migliora le prestazioni è il ACTN3, anche conosciuto come alpha-actina-3.

Ci sono due tipi di proteine alpha-actine : ACTN2 e ACTN3. Le alpha actine sono proteine strutturali delle linee Z delle fibre muscolari, e mentre l’ACTN2 è espresso in tutti i tipi di fibra, l’ACTN3 è preferenzialmente espresso nelle fibre di tipo IIb. Queste fibre sono coinvolte nella produzione di forza ad alta velocità, per cui l’ACTN3 è associato con una notevole produzione di forza.

Approssimativamente il 18% degli individui, uno su un miliardo di persone nel mondo, sono completamente deficitari di ACTN3 e i loro corpi producono più ACTN2 per compensarne l’assenza. Questi individui semplicemente non possono esplodere in maniera così rapida come chi ha l’alpha-actina-3, infatti i centometristi d’elite non sono praticamente mai deficitari di alpha-actina-3 (Yang).

Il gene ACE, anche conosciuto come enzima convertitore dell’antiotensina, è stato considerato influente sulla performance umana. Un incremento nella frequenza dell’allele ACE D è associato con potenza e velocità negli atleti, mentre un’aumentata frequenza dell’allele ACE I è associato con gli atleti di resistenza (Nazarov).

Cauci mostrò che le varianti del gene VNTR IL-1RN sono associate con un migliorato atletismo. Questo gene influenza la famiglia delle interleucine delle citochine e migliora la risposta infiammatoria e i processi riparatori susseguenti l’allenamento. Il lavoro di Reichman ci porta a supportare questa ricerca, visto che trovarono che la proteina e i recettori interleucina-15 erano associati con un’ipertrofia muscolare maggiore.

Molti altri geni mostrano il potenziale di migliorare le performance atletiche, così come il gene per la myostatina, ma prove definitive non esistono ancora, o semplicemente non possediamo una compresione abbastanza chiara del puzzle completo.

genetica

 Non terrorizzarti, gambe da gallina. Non sei condannato!

 

Nonostante le ricerche in questo articolo sono abbastanza spaventose, ho qualcosa da dire a riguardo.

Prima di tutto, tutti noi abbiamo problemi con la genetica su quali dobbiamo lavorare.

Alcuni di noi sono predisposti a stipare grasso eccessivo, alcuni di noi sono magri ma hanno aree di accumulo adiposo localizzato, alcuni hanno problemi a mettere massa muscolare, ed alcuni sono muscolosi

Ma hanno grossi punti carenti. Alcuni hanno un mix di tutto ciò, e nessuno ha la genetica perfetta!

La mia lista di maledizioni genetiche è lunga kilometri, ma nonostante ciò sono riuscito a sviluppare un fisico più che decente e livelli di forza più o meno impressivi.

Ancora, i protocolli usati nelle ricerche non coinvolgevano nessuna prova, aggiustamento ed auto-regolazione dell’allenamento. Tutti noi necessitiamo di aggiustare le variabili e trovare la metodologia di allenamento adatta a noi.

Alcune persone rispondono meglio alla varietà, alcuni al volume, altri all’intensità, altri alla frequenza, ed altri alla densità. Devi scoprire il miglior stimolo per il tuo corpo il quale si evolve nel tempo.

E terzo, ho discusso con molti miei colleghi su questo argomento e tutti noi siamo d’accordo : non abbiamo mai allenato soggetti che non avevano un aspetto migliore dopo un paio di mesi di allenamento, dando per scontato che avessero rispettato il programma. Tutti quanti hanno perso un pò di grasso e avuto qualche sorta di miglioramento muscolare.

Mentre alcuni individui riescono molto più facilmente di altri a sviluppare un fisico impressivo, devo ancora vedere una singola persona che si allena con i pesi in modo intelligente e non riesce a vedere nessun tipo di risultato.

Anche se tu fossi un “hardgainer” e non rispondi bene, puoi e vedrai i risultati finchè sei costante e continui a sperimentare. Ovviamente, il grado di adattamento è fortemente influenzato dalla genetica, ma metodi di allenamento ben strutturati rappresenteranno sempre una grande fetta degli effetti e risultati dell’allenamento.

 

La lezione : La genetica fa la differenza, ma l’allenamento intelligente, l’alimentazione e l’integrazione può aiutarti a massimizzare quello che ti hanno donato i tuoi genitori!